top of page

Il satiro scientifico. I belli hanno rotto il cazzo. Elogio della bruttezza della natura


argomentare
«Il terzo numero del Satiro scientifico ci renderemo portavoce dei deboli, dei cessi, dei bistrattati, degli schifomadò, dei freaks, degli inguardabili, dei belli dentro e dei brutti sempre...»

Il satiro scientifico

I belli hanno rotto il cazzo. Elogio della bruttezza della natura

di Barbascura X

Mondadori libri

€ 21,00




A un certo punto, il signor Mondadori mi chiede di diventare il curatore di una rivista scientifica.

«Signor Mondadori, sono lusingato, ma mi concede un azzardo?»

«Quale, o villoso Barbascura?»

«Mi faccia fare una rivista a modo mio.»

«Intendi a cazzo di cane?»

«Esatto. Una rivista scientifica più pop, dove possiamo parlare anche di roba sconcia, che sia tanto scientifica quanto spassosa, e che se ci scappa faccia venire pure una paresi facciale.»

«Intendi “ridere”?»

«Non esageriamo.»

Quel babbeo del signor Mondadori ha accettato, ed eccoci qui.


L’idea è semplice:

1. Scegliere l’argomento del volume.

2. Chiedere a varati e ben noti divulgatori scientifici di scrivere pezzi su tale argomento nello stile più smaliziato e pop possibile.

3. Chiedere a stand-up comedian di gettarla in caciara in inserti a loro dedicati.

4. Mischiare il tutto con una mannaia.

5. Ingollare crudo.


Con TikTok, Instagram e le foto pucciose ormai pare che se non sei un panda tenero puoi crepare male. Mentre degli aracnidi schifosi o dei viscidi molluschi chissenefrega. Ma vaffanculo, allora. Questo è ingiustificato specismo. Io non ci sto, e ho deciso che per il terzo numero del Satiro scientifico ci renderemo portavoce dei deboli, dei cessi, dei bistrattati, degli schifomadò, dei freaks, degli inguardabili, dei belli dentro e dei brutti sempre. Parleremo del ruolo della bellezza in natura e di quanto ci influenzi, di tutte quelle bestiacce che ci fanno ingiustamente schifo, del bello nel brutto e soprattutto del brutto nel bello. Perché non è bello ciò che è bello, ma è vero che i belli hanno rotto il cazzo. Se siete qui state per unirvi alla lotta.


Barbascura X è chimico, divulgatore scientifico, performer teatrale, scrittore, autore televisivo e pirata male. Laureato in chimica organica e con un dottorato in chimica verde e produzione di materiali da fonti rinnovabili, ha lavorato in importanti laboratori di tutta Europa. È divenuto celebre sul web per la rubrica “Scienza Brutta”, una serie di pseudo-documentari parodistici e irriverenti in cui vengono raccontati gli aspetti meno noti e sconvolgenti delle scienze naturalistiche. Tra divulgazione e comedy, ha portato la scienza in teatro, web e televisione. Per il suo modo inusuale di trattare questi argomenti è stato definito il punk della divulgazione scientifica. Per Mondadori, nel 2021, ha pubblicato Saggio erotico sulla fine del mondo.



5 views0 comments

תגובות


Iltrovalibri propone
bottom of page