top of page

Mala. Roma criminale


argomentare
“Morte che genera morte, delitti che innescano vendette, omicidi che si assomigliano, per la dinamica dell’esecuzione, per il contesto in cui maturano, perché la mano di chi preme il grilletto è sempre la stessa.
Non è Tijuana, no: è Roma.”...

Mala

Roma criminale

di Francesca Fagnani

Sem Società Editrice Milanese

€ 18,00





La pace è finita e ora le gang sono in guerra. Sotto il manto della grande bellezza, nel sottosuolo perso e dannato di Roma scorre un fiume di violenza. Sequestri, pestaggi, torture e omicidi si susseguono. Lo scontro infuria, invisibile agli occhi dei più. È così da quando, il 7 agosto 2019, Fabrizio Piscitelli detto Diabolik, capo degli Irriducibili della Lazio e ai vertici della “batteria di Ponte Milvio”, viene freddato da un sicario che gli spara alla testa, mentre se ne sta seduto su una panchina al parco degli Acquedotti. Ma Diabolik è solo la punta dell’iceberg di quella rete di organizzazioni criminali che governano sul territorio: connection tentacolare che comprende il cartello di Michele ’o Pazzo, la malavita storica e quella emergente, e poi il sodalizio, spietato e potente, degli albanesi, che sono cresciuti all’ombra di Piscitelli e sono diventati i Signori del narcotraffico. Così, la vendetta è l’innesco di un conflitto senza quartiere per il controllo delle piazze di spaccio, dal litorale ostiense a Tor Bella Monaca: un business gigantesco in cui tonnellate di coca muovono milioni. In queste pagine, voci urlano prima di spegnersi nel buio, armi sparano in pieno giorno, la droga invade le strade, i soldi si prestano a strozzo e i debiti si saldano sempre: a qualunque costo e spesso nel peggiore dei modi. Con il rigore della cronista di razza, Francesca Fagnani esamina le fonti giudiziarie, collega i fatti, ricostruisce antiche alleanze e recenti rivalità che definiscono la geografia criminale della Capitale. Mala è un’inchiesta documentatissima, implacabile e travolgente come una serie tv sui narcos sudamericani, che svela chi sono i nuovi padroni di Roma, la città che si diceva non volesse padroni.


Francesca Fagnani è una giornalista e conduttrice televisiva italiana. Entra in Rai nel 2001 presso la sede distaccata a New York. Ha poi esordito come giornalista televisiva in Annozero, di Giovanni Minoli e Michele Santoro. Ha scritto su la Repubblica articoli legati sempre alla criminalità e alla mafia. Dal 2018 conduce Belve, un contenitore di interviste vis-à-vis tra la conduttrice e una "belva", una personalità forte del mondo dello spettacolo, della politica o della cronaca.

Nel 2024 esce per SEM il suo primo libro, Mala. Roma criminale.




4 views0 comments

Comentários


Iltrovalibri propone
bottom of page