top of page

Monsignor Sergio Pagano è un vescovo che conosce a fondo verità e misteri di quello che è stato defi


Secretum Papi, guerre, spie: i misteri dell’Archivio Vaticano svelati dal prefetto che lo guida da un quarto di secolo di Massimo Franco e Sergio Pagano RCS MediaGroup libri € 20,50

Monsignor Sergio Pagano è uno degli uomini meno conosciuti ma più potenti e rispettati del Vaticano. Prefetto dell’ex Archivio Segreto Vaticano dal 1997, questo vescovo conosce a fondo verità e misteri di quello che è stato definito «la centrale dell’intelligence d’Europa», con milioni di documenti accumulati e custoditi nei suoi locali fin dal 1611, anno della fondazione. Per la prima volta, quest’uomo riservato e colto svela in un libro intervista a Massimo Franco una parte dei segreti racchiusi nel «bunker», il deposito sotterraneo lungo 86 chilometri lineari che ospita i documenti più riservati, visitato in esclusiva dall’autore per questo libro. Ne emerge una rilettura inedita e spiazzante di alcuni passaggi storici fondamentali. Dalle carte del processo a Galileo, ai silenzi di Pio XII sulla Shoah: temi cruciali che Pagano ha avuto il compito di studiare e rendere pubblici. E ancora, dalla razzia degli Archivi Vaticani da parte delle truppe di Napoleone, che li trasferì a Parigi, alla rete di spie papali a caccia dei «modernisti»; dal ruolo dell’America e dei suoi dollari nei conclavi del passato, al rapporto tormentato con la Cina comunista. Il libro rivela le ragioni che nel 2019 hanno spinto papa Francesco a rinominare l’Archivio Segreto, chiamandolo Apostolico. È solo una delle «pepite» che emergono da questa miniera di aneddoti, intrecci, a volte leggende che aiutano a conoscere le dinamiche, oltre che la storia, di un’istituzione millenaria.

Massimo Franco, editorialista politico del «Corriere della Sera», ha lavorato per «Avvenire», «Il Giorno», «Panorama». È membro dell’International Institute for Strategic Studies di Londra. Tra i suoi libri ricordiamo Il Vaticano secondo Francesco (Mondadori, 2014), Imperi paralleli (Mondadori, 2005; il Saggiatore, 2016), L’assedio (Mondadori, 2016) e, con Solferino, L’enigma Bergoglio (1a edizione 2020, 2a edizione 2023), C’era una volta Andreotti (2021) e ll monastero (2022).

Sergio Pagano è nato a Terrusso di Bargagli (Genova) il 6 novembre 1948; entra fra i Barnabiti a Genova nel 1966 e compie studi filosofici e teologici all’Università Urbaniana di Roma. Ordinato sacerdote nel 1977, si diploma paleografo-archivista nel 1978 e si laurea in teologia nel 1981. Chiamato a Roma per prestare servizio in Archivio Segreto Vaticano, viene nominato scrittore dell’Archivio nel 1981. Consegue la laurea in teologia al Pontificio Ateneo S. Anselmo di Roma nel 1981; nel 1989 è nominato archivista; nel 1995 viceprefetto. Giovanni Paolo II lo nomina prefetto dell’Archivio nel 1997. Nel 2007 è elevato da Benedetto XVI alla sede titolare vescovile di Celene. È accademico dei Lincei.

0 views0 comments

Comments


Iltrovalibri propone
bottom of page